"…por eso he soñado con una obra que no se encajase en ninguna categoria, que en lugar de pertenecer a un género, los contuviese todos; una obra dificil de definir y que habría de definirse justamente por esa carencia de definición; una obra de la tierra en el cielo y del cielo en la tierra; una obra que fuese el punto de reunion de todos los vocablos diseminados en el espacio cuya soledad y desconcierto no podemos ni imaginar; el lugar, más allá del lugar, de una obsesión por Dios, deseo no colmado de un insensato deseo; un libro, por último, que sólo se entregase por fragmentos, cada uno de los cuales fuese el inicio de un libro."

Tratto da El libro de las preguntas – volumen II di Edmond Jabès, ediciones Siruela, El antelibro III, pagina 261. Trovai questo libro in casa di Didac e lo aprii a caso.

Gli ultimi commenti ...

giovedì, settembre 4

L'errore e(') l'archetipo

Ho scritto un articolo per MOM e dopo mesi mi accorgo che qualcuno lo ha commentato così:

Perfetto Says:
10 Aprile 2008 alle 3:54 pm
Tetraedricamente incanalato nei meandri della Volontà di Conoscenza dell’Abisso,non posso far altro che riconoscere socraticamente che l’unica cosa che sò è quella di non sapere.
Sarò chiaro ma criptico.
Sei una persona intelligentissima,che cerca di scoprire sia l’errore che la verità,ed è per questo che voglio mettere a tua disposizione qualcosa che ho scoperto dai miei modestissimi studi.
L’archetipo Alef,negativo speculare della doppia elica del Dna,comprende i 21 amminoacidi presenti in natura rispecchainti nella struttura le lettere dell’alfabeto ebraico;qualcuno ci ha progettati con questa tecnica genetica(il Verbo).
L’enigma della Sfinge è semplicissimo: quando l’uomo raggiunge un elevato livello d’intelligenza ne distrugge la testa,in modo tale che il suddetto Verbo possa tornare per dare una nuova spinta evolutiva entro i 5126 anni previsti in ogni ciclo galattico,scaduti i quali,se l’uomo non riesce nell’impresa,sarà considerato geneticamente inferiore e per questo eliminato (probabilmente è in concorrenza con altre razze).
Nel Vangelo di Tommaso Gesù dice che il Regno lo si trova quando si fà del due uno; ciò non comporta solo la camera nuziale celeste raggiunta dalla nostra mente (maschile,Nous,Krestos,Cristo) con la propria interiorità (femminile,Epinoia,Ruah,Spirito Santo),bensì esplicita la possibilità di unificare la forza elettronucleare con la forza gravitazionale,che probabilmente comporterebbe la scissione del vettore tempo e la possibilità di muoversi all’interno di più vettori temporali.
Il creatore dell’uomo è un alieno o è l’uomo stesso?

Caro Perfetto. se ci sei batti un colpo ... ti sto cercando.

O<-<

3 commenti:

MusEum ha detto...

Wow!

fabio r. ha detto...

mecojoni!! (e scusa il francesismo)

BAK ha detto...

Hai capito che roba?
Adoro seminare nella terra di tutti, frutti selvaggi mi nutriranno ...

O<-<

Archivio blog