"…por eso he soñado con una obra que no se encajase en ninguna categoria, que en lugar de pertenecer a un género, los contuviese todos; una obra dificil de definir y que habría de definirse justamente por esa carencia de definición; una obra de la tierra en el cielo y del cielo en la tierra; una obra que fuese el punto de reunion de todos los vocablos diseminados en el espacio cuya soledad y desconcierto no podemos ni imaginar; el lugar, más allá del lugar, de una obsesión por Dios, deseo no colmado de un insensato deseo; un libro, por último, que sólo se entregase por fragmentos, cada uno de los cuales fuese el inicio de un libro."

Tratto da El libro de las preguntas – volumen II di Edmond Jabès, ediciones Siruela, El antelibro III, pagina 261. Trovai questo libro in casa di Didac e lo aprii a caso.

Gli ultimi commenti ...

mercoledì, marzo 7

Tiggì


Sin dal suo primo apparire i media non hanno fatto altro che parlarne, parlarne, parlarne ... ma per vederlo era necessario essere invitato dal responsabile per le pubbliche relazioni della biblioteca nazionale, ora più che mai impegnato nell'organizzare la presentazione mondiale.
I servizi segreti osservano in silenzio.
I secondi ad interessarsi al fenomeno sono gli artisti, ognuno riportando a suo modo l'esperienza della prima - e momentaneamente unica - apparizione. Ma sentiamo il notiziario:

Preghiamo i gentili ascoltatori di perdonare l'interruzione della normale programmazione per questa edizione speciale.
Alle ore 2 di questo pomeriggio è stato rilevato un incendio delle cui cause ancora non si conoscono i dettagli.
Sono intervenute forze dell'ordine e vigili del fuoco per cautelizzare l'accaduto, fortunatamente il personale di servizio era in pausa e non ci sono feriti.
Non tanto questo ha turbato la folla creatasi fuori dall'edificio, quanto la fuga dell'essere misterioso ora soprannominato 'Tony Montana'. Nell'impossibilità di catturare il fuggitivo le autorità hanno dispiegato una task force speciale per assicurarsi l'incolumità della cittadinanza. Alcuni testimoni hanno riferito di averne visto bensì un'altro, ma il sindaco smentisce con forza.
Per il momento è tutto, vi lasciamo al seguito de 'La ruota della fortuna'.

L'essere piano, alias Tony Montana, sembra come guardarsi in uno specchio di asfalto e cemento ad ogni passo della sua corsa. Finchè qualcosa di strano non succede ... la sua ombra ora corre in un'altra direzione.

- "Pronto polizia, dica."
- "Aiuto! un coso tutto strano con la testa rotonda è uscito dal televisore durante il telegiornale!"
- "Signora ... lei assume medicinali o fa abuso di droghe e alcool?"
- "NOOOOOOOOOOOOOOOOOO ... è uscito un omino piatto dalla tivvù, poi è corso per il corridoio e si è infilato sotto la porta. Io l'ho colpito con la scopa ma si è buttato dalla finestra e come una foglia è atterrato sul marciapiede ..."
- "Signora, abbiamo ben altro da fare qui ...". CLICK!


2 commenti:

Meson ha detto...

Se dalla tv escono bidimensioni forse dalla radio escono monodimensioni.. mentre dalla lettura delle vere e proprie monadi..

Anonimo ha detto...

..possibile che il futuro siano degli avatar da second life?
Me Son

Archivio blog